Chi è allora Teresa Fidalgo? Dove si può trovare il suo video?

Teresa Fidalgo foto 4

A parte il video che gira per la rete non si trovano notizie certe su chi sia veramente Teresa Fidalgo. Sicuramente la fonte principale è quella del video dei tre ragazzi portoghesi (Tania, Tiago y David) che viaggiando per le strade di Sintra in Portogallo fecero salire un’autostoppista, una ragazza giovane vestita di bianco, che segnalò loro la curva dove morí a causa di un incidente stradale.

Il video si può trovare qui! Buona visione!

VIDEO: Il fantasma di Teresa Fidalgo

Posted by Il Messaggero Italo-Peruviano on Martedì 21 gennaio 2014

Cerca Teresa Fidalgo e vedrai quante pagine le sono dedicate!

Teresa Fidalgo foto

Per dare più credibilità al fenomeno di Teresa Fidalgo nei numerosi messaggi che rinviano alla famosa catena riguardante la storia, si dice: “cerca su google Teresa Fidalgo”. In effetti se andiamo su Google e cerchiamo delle informazioni su Teresa Fidalgo possiamo trovare milioni di visitatori che cercano la storia. Ovviamente i risultati sono differenti da paese a paese.

In ogni caso cerca su google, Teresa Fidalgo e vedrai quante pagine le sono dedicate!

La paralisi del sonno, “fantasmi” o frutto della nostra mente?

La paralisi del sonno

Si pensa che almeno il 40% della popolazione mondiale abbia avuto una paralisi del sonno, è possibile che anche tu l’abbia provata e che dopo aver letto l’articolo la riconoscerai come tale.

La paralisi del sonno è un fenomeno che si sviluppa nel momento in cui ci si sta per addormentare, in questo istante i ricordi e le angosce più brutte nascoste nel nostro intimo riaffiorano nella nostra mente come bruttissimi incubi.

Certo è, che le paralisi del sonno sono sicuramente curiose e allo stesso tempo oscure e tenebrose.

Vi racconterò una serie di casi successi di recente.

La storia di Adam

Cominciamo con Adam, uno studente che ha sperimentato sulla sua pelle la paralisi nel sonno. Racconta che si addormentò all’improvviso mentre leggeva un libro, tenendolo tra le mani, come a molti di noi capita spesso. All’improvviso si svegliò, la stanza era sempre la stessa, la lampada sempre accesa e il libro era appoggiato sul suo petto; tutto quindi era uguale al momento in cui si addormentò. Però, stava succedendo qualcosa di strano nella stanza. Adam si sentì travolgere da un’inaspettata brezza gelida e dalla sensazione che intorno a lui ci fossero delle persone che osservavano quello che stava facendo. il ragazzo si accorse che non si poteva muovere, il suo corpo era immobile e le sue gambe pesanti come la pietra. Fu proprio in quel momento, che vide qualcuno che stava entrando nella stanza. Notò che la porta si apriva e sentì che dei passi si avvicinavano a lui, improvvisamente la lampada si spense con un click, come se una persona in carne ed ossa la avesse spenta, ma Adam non poteva gridare perché tutti i muscoli del suo corpo erano paralizzati. L’oscurità era immensa ancorché con la lampada spenta. In quel momento il ragazzo si fece forza e riuscì a intravedere la figura, un anziano senza occhi che si avvicinava sempre di più e che iracondo e pieno di sangue gli afferrava le gambe.
Quando Adam si sveglio, urlando, cercò di ricordare ciò che gli era successo durante il sonno e rammentò che la figura che aveva visto era proprio quella di suo nonno.

Una figura tra le ombre

paralisi del sonno

Un’altra storia è quella di un ragazzo, che ci disse, che giusto nel momento in cui stava per prendere sonno notò che una strana figura si nascondeva tra le ombre dell’oscurità della sua stanza. Questa figura si avvicinò lentamente a lui, sempre di più, fino ad appoggiarsi sul suo petto. La paralisi del sonno, paralizzava infatti il ragazzo impedendogli qualsiasi tipo di reazione davanti a questa orribile apparizione. La figura assomigliava a un elfo ma dai lineamenti forti e cattivi, si avvicinò alla sua faccia e gli parlò in una lingua a lui sconosciuta. Sembrava che con queste strane parole l’essere si burlasse di lui, deridendolo. Sempre lo stesso ragazzo racconta che in un’altra paralisi del sonno ha visto nuovamente la stessa creatura, questa volta però sul tetto della stanza. Racconta, che ad un momento, l’elfo, saltò sopra di lui e si avvicinò alla sua faccia prendendola con forza tra le sue mani e sussurrando al suo orecchio delle parole incomprensibili. Dopo il monologo, la creatura si allontanava, ed ecco che il ragazzo finalmente riprendeva di nuovo coscienza del suo corpo potendosi muovere.

E se fosse tutto colpa dell’alcol?

Un altro caso curioso riguarda le persone affette da alcolismo, le quali soffrono molto di più di altre di paralisi del sonno. La testimonianza più interessante è quella di un ragazzo di 35 anni, alcolista già da tanti anni, aveva finalmente deciso di curarsi e prendere atto del suo problema. Il fatto è che più diminuiva il suo livello di alcolismo più ricorrenti erano i suoi incubi di paralisi. Ci racconta, che quando si addormentava, rimaneva totalmente paralizzato, poteva però osservare che nel buio circostante appariva una donna, proprio ai piedi del suo letto. In tutti gli incubi ricorrenti gli compariva sempre la stessa figura. Questa rimaneva ferma in piedi e ad un momento si muoveva avvicinandosi a lui. All’improvviso balzava sopra il suo petto, gli afferrava il collo e cercava di strangolarlo urlandogli contro che prima o poi lo avrebbe ucciso. Questo incubo durava sempre cinque minuti non di più, ma dopo l’apparizione l’uomo ovviamente non riusciva più a prendere sonno. l’unico modo per tornare a dormire fu quello di tornare a bere. Finalmente a causa della forte ansia riguardo il suo perenne stato di insoddisfazione, dopo un po’ di tempo, i sogni “di paralisi” diminuirono sempre più e la donna scomparve dalle sue notti infernali.

La paralisi del sonno è un fenomeno peculiare e molto interessante, ci sono delle persone che parlano di istanti in cui, mentre riposano nel pomeriggio, appare sul divano dove dormono una strana creatura di piccole dimensioni ma con grandi occhi e grandi arti che le afferra ferocemente, dicendo loro che le porterà via. Queste persone riportano che questa presenza è reale e che in quel momento sentono veramente la sua fisicità.

I misteri della paralisi del sonno

paralisi del sonno

Tutte le persone che hanno provato la paralisi del sonno dicono che in quei momenti, seppur paralizzati, sono totalmente coscienti e vigili come in stato di veglia.

Di che cosa si tratta?, parliamo di “fantasmi del sonno” o semplicemente è tutto frutto della nostra mente?

Queste creature esistono in un subconscio? sono gli abitanti del nostro mondo metafisico o sono disconnesse da qualsiasi realtà e sono esseri inventati per far incuriosire la gente?. Sono personaggi maligni, anime cattive oppure esseri buoni che cercano di dirci qualcosa?. Certo è che pochi sono quelli che hanno avuto esperienze positive prive di qualsiasi stato ansioso, solo alcuni hanno visto l’immagine di un proprio parente morto, del proprio nonno che con sicurezza li conforta dicendogli che tutto andrà bene.

Noi siamo quasi sicuri che sia proprio questo fenomeno, della paralisi del sonno, che ha permesso a grandi pittori e artisti di vedere questa realtà presente in ognuno di noi e di riprodurre con la loro arte delle immagini che ci sembrano così surreali. Alcune persone infatti hanno visto in questo momento di paralisi delle figure mostruose, chimere che solo si riconducono ai racconti della famosa cantica di Dante, l’Inferno, e a figure rappresentate in dipinti medioevali.

Quale sarà la vera “realtà” ?, quella che viviamo ogni giorno da coscienti o quella che ci appare nella paralisi del sonno? queste figure esistono in un mondo parallelo a noi sconosciuto oppure sono frutto della nostra invenzione?

Teresa Fidalgo è riapparsa più volte questa estate

Teresa Fidalgo foto 5

Nelle ultime settimane moltissimi sono i programmi televisivi e le radio che hanno trasmesso le testimonianze riguardanti nuove apparizioni del famoso fantasma di Teresa Fidalgo nell’arco di questa estate.

Il Web nell’ultimo periodo ha accolto tantissime ricerche sul fantasma di Teresa Fidalgo, tutti i giovani si sono incuriositi riguardo alla sua provenienza e alle origini della sua storia facendone uno dei più forti fenomeni mediatici degli ultimi tempi. Il fantasma oggi, infatti, è diventato l’icona della nuova generazione.

Questa estate sono stati tanti i ragazzi che hanno incontrato e riportato di aver visto una ragazza che faceva l’autostop nelle curve delle strade di campagna e la descrizione sembra essere proprio quella di Teresa Fidalgo. Quindi se vedete una ragazza giovane dai capelli castano chiaro, vestita di bianco che la mattina presto fa l’autostop, attenzione, potrebbe essere il fantasma in questione!

La cosa più curiosa è che le apparizioni del fantasma di Teresa Fidalgo sono state avvistate in diversi posti dell’America Latina molto distanti l’uno dall’ altro, partendo dal Messico fino ad arrivare in Argentina. Tra le testimonianze più numerose e attendibili troviamo quelle degli abitanti del Perù, in particolare gli abitanti di Lima, che sono quasi sicuri di aver visto negli ultimi mesi nelle strade della città una ragazza inquietante, vestita di bianco, che faceva l’autostop. Le testimonianze associano il fenomeno alla figura della famosa: “novia eterna”. La sua leggenda, molto sentita in Perù (di cui si può trovare una raffigurazione di Eduardo Llanos nel museo di arte contemporanea di Lima) è quella di una donna dovutasi separare dall’amato trasferitosi in città, a Lima, per lavoro. La ragazza poco dopo si accorse di aspettare una bambina dal militare amato e decise di andare in città da sola a cercarlo, una volta trovato si accorse che lui ormai era sposato e la nuova famiglia di lui la cacciò di casa, la donna si chiuse nel suo dolore e continuò ad amarlo per sempre. Altri pensano che il fantasma che si aggira per la città sia quello di Sarah Hellen, una donna inglese vissuta nel XIX secolo che fu originariamente seppellita viva a Blackburn nel 1913 perchè si credeva fosse una strega, suo marito decise di portare il suo corpo a Pisco per seppellirla lontano da tutte le male voci sul suo conto. Il popolo peruviano non conosce però la storia di Teresa Fidalgo e per questo associa il fantasma ad altre storie comuni alla sua tradizione. Ci si chiede, perchè questo fantasma abbia scelto proprio il paese americano. Secondo alcune fonti, alla guida dell’auto che travolse la ragazza, c’era proprio un peruviano che viaggiava con la moglie ma tutto questo è ancora da accertare.

In Spagna e in Italia ugualmente molte sono le testimonianze di chi ha visto il fantasma e tantissimi sono i turisti che in portogallo hanno visto nella corsia sinistra di Sintra il corpo de “la ragazza della curva”.

Teresa Fidalgo è l’unica ragazza “della curva” al mondo?

donna fantasma

In tutti i paesi del mondo, anche i più piccoli, tra le leggende tradizionali se ne trova sempre una che narra di una storia riguardante la ragazza della curva come quella di Teresa Fidalgo che disgraziatamente morì in un incidente stradale e che il suo fantasma si può trovare nelle curve delle strade alle prime ore del mattino.

In tutti i paesi si racconta dunque di averla incontrata, molti automobilisti dicono di averle dato un passaggio e alla domanda: “dove la porto signorina?” lei risponde dicendo che a breve ci sará una curva, proprio quella dove lei ha avuto un incidente e morì, la ragazza avverte il conducente di stare attento e quindi di ridurre la velocità. E’ lì che chi guida rallenta e incomincia a preoccuparsi, si volta a guardare la ragazza e proprio in quel momento il fantasma sparisce.

Altri conduttori più imprudenti e non credenti prendono la curva a grandi velocità e fanno bruttissimi incidenti.

Perciò non solo in Portogallo ma anche in Spagna, Italia e America troviamo delle leggende popolari che hanno come protagonista la ragazza della curva.

Anche se in origine veniva chiamata semplicemente: “la ragazza della curva”, in seguito, quando il fenomeno ha preso piede e le testimonianze attendibili si sono moltiplicate, ogni paese ha etichettato il fantasma con il soprannome di:” Dama Bianca”. Tradotto nelle diverse lingue si sarà sentito parlare, in Francia della:”Dame blanche” ,”White lady” in Inghilterra, “Bílá Panì” in Repubblica Ceca”, in Germania, “Weiße Frau” e in Svizzera “Vita Frun”.

Dalla “ragazza della curva” al “fantasma dell’ascensore”

fantasma dell'ascensore

Nelle ultime settimane protagonista dei social network è un video della televisione brasiliana il “fantasma dell’ascensore” che tratta di uno scherzo di cattivo gusto. Chi si trova a prendere un ascensore si ritrova improvvisamente in compagnia di un fantasma.

E’ curioso, più che divertente, vedere le facce di queste povere vittime che, non curanti entrano nell’ascensore e si trovavano faccia a faccia con lo spettro di una bambina, storia che ci ha ricordato la nostra Teresa Fidalgo.

Dai un’occhiata al video su Youtube e raccontaci le tue impressioni. Quale sarebbe la tua reazione se vedessi un fantasma nell’ascensore? e se il fantasma fosse quello di Teresa Fidalgo? preferiresti incontrare la Dama bianca in qualche curva la mattina presto mentre guidi la macchina?

https://youtu.be/lu7790LQ9Us

Ma la storia di Teresa Fidalgo, si conosce davvero?

Teresa Fidalgo

Sicuramente la storia di Teresa Fidalgo é tra quelle storie che in Google hanno il maggior numero di visitatori e negli ultimi tempi tra i giovani è una di quei racconti paranormali che affascinano di più.

Social network come, Facebook, Tuenti e Twitter sono saturi di blog che ci raccontano la storia della Dama bianca contenenti post di testimonianze e link che riportano al video dei tre ragazzi portoghesi.

Ci si chiede però, prescindendo dal fenomeno mediatico e virale del web, si conosce davvero la storia di Teresa Fidalgo?

Ormai è ben difficile dare credibilitá alle fonti poichè ognuna ha apportato alla storia originaria delle novitá e ha aggiunto elementi mendaci che hanno “inquinato” la storia al punto di non sapere più quale sia il nucleo originario.

L’inquietante messaggio di Teresa Fidalgo

Teresa Fidalgo

Di seguito riportiamo i messaggi che hanno ricevuto e che stanno ricevendo in questi giorni migliaia di giovani. Anche i social network li riportano nelle loro pagine e nelle mail private ingressano come dei virus.

  • Ciao, sono Teresa Fidalgo, sono passati 26 anni dalla mia giovane morte, fu molto dolorosa. Ti manco? alle 22.10 (ora della mia morte)mi troverai sotto il tuo letto e morirá la persona più importante della tua vita, se non invierai ad altre dieci persone questo messaggio tutto il mio dolore ricadra su di te.
  • Ciao, sono Teresa fidalgo, oggi sono passati 27 anni dalla mia morte, se non mandi questo messaggio ad altre 20 persone dormiró al tuo fianco per sempre. se non ci credi cercalo in internet. Manda questo messaggio ad altre 20 persone; una bambina non lo ha fatto e sua mamma è morta dopo 20 giorni. Questo mi speventa e per questo lo mando. Se vuoi cerca pure la veritá su Google.